Terrinca

Linea Verde life

la transumanza attraversa il borgo di Terrinca

06/11/2021

STAZZEMA 17/10/2021

Lavatrici, frigoriferi, sacchetti e rifiuti di ogni genere abbandonati da tempo in mezzo al verde. E’ quello che è stato recuperato domenica in una giornata di “pulizia straordinaria” nell’area del Ponte delle Rave, alle porte dell’abitato di Terrinca, nello stazzemese.

Una zona lungo la via provinciale di Arni purtroppo divenuta da decenni una discarica abusiva a cielo aperto. Tanti, troppi gli incivili che hanno approfittato, magari di notte, della solitudine del luogo per disfarsi di elettrodomestici, scarti e altra spazzatura in maniera illegale in una area boschiva naturale.

L’iniziativa di domenica “Ripuliamo il parco delle Apuane” è stata promossa dal circolo Arci ‘Le Tanacce‘ del paese di Terrinca, in collaborazione con il Soccorso Alpino di Querceta e il sostegno economico dell’ente Parco. Addetti ai lavori e volontari si sono adoperati con fatica per calarsi nei dirupi e recuperare il materiale abbandonato con non poca difficoltà, per rimediare ai danni fatti da altri. Il Comune di Stazzema ha sostenuto il progetto fornendo alcuni kit di pulizia e garantendo lo smaltimento dei rifiuti raccolti.

Un’operazione di pulizia ma anche di sensibilizzazione, all’ingresso del borgo di Terrinca – il più antico della Versilia – che da anni grazie all’azione di associazioni e volontari del paese sta portando avanti una riqualificazione e valorizzazione della zona.

NOI TV – Federico Conti

Un ringraziamento particolare va ai Volontari del Soccorso Alpino Speleologico e all’amico Landi Jonata titolare della ditta Vertical Services

Il destino di un fiore

inaugurata l’opera in marmo donata al paese di Terrinca dallo scultore di origini terrinchesi Giovanni Balderi

La Pubblica Assistenza Stazzema è una ONLUS affiliata ad ANPAS TOSCANA che svolge le proprie attività prevalentemente nel Comune di Stazzema in provincia di Lucca. Il territorio in cui opera è situato in Alta Versilia, nel cuore delle Alpi Apuane, un massiccio montuoso situato a pochi chilometri dalla riviera versiliese e caratterizzato da notevoli e ripidi dislivelli. La popolazione vive sparsa sul territorio montano in piccoli centri abitati o in case isolate spesso non servite da strade carrozzabili. Per questo i nostri mezzi percorrono mediamente 140.000 km all’anno (più di tre volte il giro della Terra all’equatore!) di cui circa 18.000 in emergenza. E sono chilometri di curve, ripide salite o discese, di strade innevate o sterrate che mettono a dura prova la loro resistenza. Dobbiamo sostituire l’ambulanza adibita al servizio di 118 e per operare con la massima sicurezza possibile abbiamo bisogno di un mezzo 4×4, come l’attuale.

Per acquistare la nuova ambulanza sono necessari 70.000 euro. Con il tuo aiuto e con quello di altri amici contiamo di riuscire a raggiungere questo traguardo. I tempi non sono dei migliori, ma siamo comunque fiduciosi. Segnala anche ai tuoi amici le nostre pagine Facebook e Instagram. Ti segnaliamo, qualora tu non possegga una carta di credito, anche la possibilità di effettuare la donazione tramite bonifico bancario utilizzando il seguente IBAN

IT45C0503470241000000117637

specificando la causale “ACQUISTO NUOVA AMBULANZA

collocata sotto al “Castagno dalle pere” aspetta di essere estratta dal futuro RE del Borgo

cosa bolle in pentola?

prossime iniziative nel paese

Blog degli articoli pubblicati